Gli aspiranti fotografi hanno rotto il cazzo. La risposta

Leggi una condivisione facebook di un tuo contatto.

Il titolo promette bene “Gli aspiranti fotografi hanno rotto il cazzo”.

Continui, e per amore di cronaca quì troverete l’articolo completo:

http://libernazione.it/gli-aspiranti-fotografi-hanno-rotto-il-cazzo/

Malcom Y, l’autore, parla di come vorrebbe solo gustarsi una bruschetta, in santa pace, a parlare di calcio e figa, o portare il massimo della conversazione sul vegetarianismo e il sesso orale (robe da far impallidire le accademie planetarie, ste vegane, ingoieranno o no?).

Il protagonista sfodera con orgoglio una reflex, ma, a questo punto spero che abbiate già letto l’articolo…

Ecco, Malcom Y. Forse ti sono sfuggiti un paio di particolari.

Magari il tuo amico davvero coltiva una passione, o almeno un interesse diverso da calcio e figa (ebbene sì, ci sono altri argomenti oltre a quei due),magari Eleanzaro, non Robert o Oliviero, come me, per poter acquistare quella reflex ha dovuto davvero sputare il sangue. Passare le notti su ebook gratuiti o materiale scaricabile perché non si poteva permettere nemmeno un corso base.

Poi magari, all’ Eleanzaro di turno, qualcosa si è mosso. E poteva,con la sua reflex finalmente in mano, per esercitare l’occhio andare a fotografare anche i rottami. Oh, sì.

No niente zingarelli andalusi, di ferie non se ne può nemmeno parlare. Ogni centesimo è speso per obiettivi, corsi (finalmente!) o attrezzatura.

Niente shopping se si possono acquistare schede di memoria, e finisci con l’aver esaurito il budget per il mese, in fin dei conti, le bollette si possono sempre pagare in ritardo…

Sono fortunata rispetto ad Eleanzaro. A me mezza tetta, o una tutta intera non è mai stata negata.

Mi è stato invece negato il rispetto da chi può solo giudicare dall’alto di un pulpito di enorme spocchia.

Mi viene regalata una bella mortificazione da chi riesce solo a giudicare, a priori, e ti senti pure fico nell’ipotetico lancio della macchina fotografica come gesto liberatorio…ahhhh, sì!adesso sì. Eleanzaro è svenuto, finalmente.

 

Meglio mortficarlo prima, così non avrà delusioni nel mondo ormai inflazionato della fotografia.

Sai, Malcom Y, per fortuna ho potuto leggere le parole di un professionista, di cui riporto uno stralcio riguardo ad una nostra conversazione facebook:

 

“L’ironia è bassina. Condivido.
E mi fa sorridere quando lo vedo condividere da chi, anni fa, era dalla parte del tavolo di quelli che rompevano. Come te. Come me.
E come spero di farlo a lungo.
Il giorno in cui demonizzerò o mortificherò un giovane/principiante sarà un triste giorno.
Purtroppo lo vedo fare quotidianamente dai ********** di turno (dico un nome per riassumere tutta la categoria che maggiormente detesto).”

(Manuel Colombo, www.manuelcolombo.it)

 

Fortunatamente c’è chi ancora possiede abbastanza empatia ed intelligenza in questo settore, che non demonizza il principiante, perché il suo livello qualitativo è indiscutibile. Anzi, fa proprio il contrario.

 

Sai, Eleanzaro ( o Valentina) probabilmente non sfonderà. Ma magari metterà anima e corpo inseguendo un sogno. Magari non dovrà rimpiangere niente di quella fatica che ha fatto solo per cercare di mettere poesia, raccontare una storia, sviscerare un’emozione o cristallizzare un ricordo…

Dovrà percorrere ancora un sacco di strada per proporsi seriamente al pubblico, o perché la fotografia gli dia davvero da mangiare.

Ma magari si ricorderà, a differenza tua, che tacciare il prossimo di incapacità non ti fa sentire, automaticamente bravo, o capace a tua volta.

Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardare dall’alto in basso un altro uomo solo per aiutarlo a rimettersi in piedi.

–Gabriel Garcia Marquez–

 

A differenza tua, però, oltre alle parole io ci metto la faccia. È questa:

perblog_1

Annunci

12 thoughts on “Gli aspiranti fotografi hanno rotto il cazzo. La risposta

  1. E’ in assoluto la prima volta in vita mia che il gesto del dito alzato mi commuove.
    So quanto credi in quello che fai, e, se non lo sapessi, posso vederlo in ogni foto.
    E, si, ho letto l’articolo a cui fai riferimento.
    Non è cosa da prendere seriamente. Davvero.
    E’ fin troppo facile dargli del bambino che gioca…. e la fa grossa per attirare l’attenzione.
    Spero che “l’amico Eleazaro” l’abbia denunciato per avergli fracassato la macchina..perché, quando si rompe ( qualunque cosa) , ci sono delle conseguenze!

    1. Chiaro, si rischia il “fattela na risata ogni tanto”. Sì, la faccio.
      Non su chi pereculeggia il prossimo solo per mediocrità manifesta.
      E penso che “il lancio” sia stato simbolico, non penso che l’autore abbia tutto questo coraggio…

  2. Condivido. E mentre lo faccio penso al tempo speso a studiare un modo per valorizzare, stimolare e proteggere la figura dell’apprendista (Grow Up). Poi penso alla foto che mi hai appena regalato (io che sostengo mia figlia, aspirante camminatrice). Vorrei insultare pubblicamente questo Malcolm Y, lui e la superficialità che rappresenta, ma siccome sono un aspirante buddhista non lo farò. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...